12 Problemi cutanei estivi che puoi prevenire

Come prevenire e risolvere le più comuni dermatosi estive La stagione estiva, con le belle giornate e le temperature gradevoli, permette di passare più tempo all'aperto, esposti al sole e all'aria, ma anche agli insetti e alle piante, condizioni che favoriscono dermatosi e irritazioni. Per non annoiare i momenti di relax e di spensieratezza estivi è bene sapere come prevenire queste fastidiose condizioni.


1) Eruzioni acneiche. Quando il sudore si unisce ai batteri e alla pelle grassa è possibile che le ghiandole pilosebacee si occludano, con comparsa di manifestazioni acneiche. Per prevenire ciò è utile asciugare il sudore con asciugamani puliti di cotone, lavare gli indumenti, le cuffie per capelli e i cappelli prima di indossarli di nuovo, utilizzare creme non comedogeniche e senza olio.

2) Cute secca e irritata. L'insieme di alte temperature, umidità, sole, aria condizionata, piscina, acqua di mare può nelle persone più sensibili e con un background di dermatite atopica causare secchezza della pelle e prurito, sopratutto nelle regioni pretibiali, avambracci e mani.

Alcuni consigli:

- utilizzare detergenti delicati syndet senza profumi per lavare viso mani e corpo, portandoli in vacanza con se dato che i saponi delle strutture alberghiere sono spesso mediamente aggressivi. - sciacquare la cute dopo il bagno in mare e in piscina con acqua tiepida

- evitare l'esposizione al sole nelle ore più calde e applicare una fotoprotezione adatta al tipo di pelle - applicare creme dopo sole e creme idratanti durante la giornata


3) Follicolite. Ogni pelo che cresce sul nostro corpo fuoriesce da un'apertura chiamata follicolo. Se il follicolo si infetta si sviluppa una follicolite, causando prurito e bruciore. Per ridurre il rischio di follicolite bisognerebbe:

- sciacquare la cute con detergenti antimicrobici dopo piscina, palestra e altri luoghi comunitari

- immergersi in acqua di vasche e piscine dove i livelli di microbi e cloro siano appropriatamente controllati - indossare indumenti leggeri e traspiranti


4) Infezioni da manicures e pedicures. Questo genere di infezioni possono essere contratte durante le procedure oppure poco dopo con l'esposizione ad ambienti contaminati


5) Melasma. L'esposizione al sole può favorire macchie brunastre della cute del viso sopratutto in persone predisposte o che assumono determinati farmaci. Per evitare l'insorgenza del melasma è necessario la fotoprotezione quando si è all'aperto ed evitare l'esposizione al sole nelle ore con maggiore irradiazione dei raggi UV. Con il medico di fiducia andrebbero discusse le terapie in atto ed eventuali trattamenti curativi.

6) Dermatite da edera velenosa, quercia velenosa, sommacco e altre piante velenose. Il contatto della pelle con l'urusciolo, un olio contenuto nelle piante della famiglia delle anacardiacea causa una dermatite pruriginosa, eritematosa spesso figurata. Nella prevenzione è fondamentale riconoscere queste piante ed evitarne il contatto


7) Dermatite da calore, miliaria, sudamina. Si manifestano perché le ghiandole sudoripare si occludono e il sudore rimane intrappolato in vescicole cutanee, molte persone lamentano prurito e formicolio. Per prevenire questa fastidiosa dermatite è utile indossare abiti leggeri e traspiranti, evitare indumenti troppo stretti che strofinano la cute, fare esercizio fisico nelle ore meno calde della giornata, non utilizzare acqua calda per la doccia.


8) Dermatite del nuotatore. Si manifesta quando facendo il bagno in acqua salata o dolce la nostra pelle viene a contatto con le uova e le larve (di meduse, di anemoni di mare, o di altri organismi) che disperse nell'acqua rimangono intrappolate nel costume o nella muta. La dermatosi si presenta con papule e pustole pruriginose. Uova e larve non sono visibili, quindi, è difficile evitare il pericolo, per cui, è meglio non immergersi in acque con divieto di balneazione, o in acque dove è alta l'incidenza di questa dermatite nei bagnanti.


9) Allergia al sole. Si manifesta con una severità variabile e con la comparsa di orticaria, papule, vescico bolle. L'incidenza è più alta se si assumono alcuni farmaci, se vi è familiarità per allergia al sole. Alcune dermatiti solari sono dovute alla cross-reazione dei raggi uv con sostanze applicate sulla pelle: profumi, creme, trucchi, solari. Per prevenire questa dermatite è bene conoscere i farmaci che si assumono in terapia cronica, proteggere la pelle dal sole

10) Ustione solare. L'ustione solare aumenta il rischio di tumori della pelle, aumenta il fotoinvecchiamento della pelle promuovendo rughe e macchie discromiche. E' importante prestare attenzione quando si visitano località non conosciute, specialmente se a latitudini basse, perché si può facilmente sottovalutare la intensità dei raggi UV. Altri buoni comportamenti sono l'ottenimento di una abbronzatura in modo progressivo, rimanere all'ombra nelle ore più calde della giornata, indossare occhiali da sole, cappellini e indumenti coprenti quando prevediamo di stare molte ore all'aperto.


11) Orecchio del nuotatore. Durante l'immersione in acqua di mare e di lago , l'acqua può rimanere intrappolata nel canale uditivo, favorendo infezioni batteriche o funginee, è importante curare l'igiene del canale uditivo rimuovendo gli accumuli di cerume che favoriscono l'intrappolamento dell'acqua e la crescita di microbi.

12) Prurito del nuotatore. Questa dermatite pruriginosa caratterizzata da macchie rosse, pomfi e bolle, compare dopo aver nuotato in acque salati o dolci dove vi è una concentrazione alta di parassiti. Anche in questo caso è bene conoscere le acque dove si fa il bagno ed evitare le acque infestate da microrganismi. Utile sciacquarsi con acqua pulita dopo il bagno e lavare bene costume e muta. Quando è utile rivolgersi ad un dermatologo?

Queste dermatosi possono risolversi velocemente e senza terapie quando sono in forma lieve, mentre in altri casi, risultano molto fastidiose e resistenti ai primi trattamenti, allora, è utile una valutazione dermatologica per una diagnosi accurata e una terapia appropriata.


Dott. Giovanni Biondo

Specialista in Dermatologia e Venereologia

Master di II livello in Chirurgia Plastica

Milano, Via Meravigli 16

Telefono: +39 02 3668 5103

WhatsApp: +39 329 7347765

Email: dott.giovannibiondo@gmail.com

16 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti