Chirurgia Dermatologica - Milano - Dott. Giovanni Biondo

Aggiornamento: 21 ago



Che cos’è la chirurgia dermatologica?

La dermochirurgia è una branca della dermatologia che ha lo scopo di rimuovere neoformazione benigne e maligne a fini oncologici o estetici. Questa chirurgia viene eseguita ambulatorialmente in anestesia locale e/o sedazione, consiste nell’asportazione delle neoformazioni cutanee mediante bisturi e/o elettrobisturi, nella ricostruzione del danno cutaneo per prima intenzione con sutura cutanea e/o intradermica. In caso di neoformazioni voluminose se necessario si utilizzano lembi cutanei e innesti cutanei e tecniche di chirurgia plastica ricostruttiva oppure, per terza intenzione. Le metodiche dermochirurgiche comprendono anche l’asportazione mediante shaving quando le neoformazioni sono molto superficiali (es. cheratosi, verruche, nevi dermici), il curettage (utilizzando per esempio nella rimozione dei molluchi contagiosi), tecniche che combinano chirurgia e laser CO2.

La chirurgia dermatologica è una chirurgia superficiale che non oltrepassa la fascia muscolare, e si limita a intervenire su cute e sottocute, galea del cuoio capelluto.


Quali sono le neoformazioni più frequenti in dermatologia?

La dermochirurgia permette di asportare nei, nei dermici, nevi congeniti, nei blu, angiomi, cisti, fibromi, papillomi, cheratosi seborroiche, verruche volgari, cheratosi seborroiche ed attiniche, epiteliomi, carcinomi cutanei, melanomi, linfomi cutanei, dermatofibromi. Le lesioni maligne e precancerose obbligano ad una asportazione chirurgica radicale, mentre le lesioni benigne vengono rimosse con meno danno possibile per ragioni estetiche. E' sempre consigliato inviare il pezzo operatorio in laboratorio per l'esame istologico perché costituisce il gold standard diagnostico.


Preparazione alla procedura di asportazione dermatologica:

Al fine dell’esecuzione di un intervento chirurgico dermatologico è necessario:

  • escludere allergie ad anestetici e sedativi

  • comunicare l’assunzione di terapie domiciliari croniche, specialmente anticoagulanti o antiaggreganti, antipertensivi, antiaritmici, psicofarmaci

  • comunicare al medico patologie croniche quali: diabete, malattie neurologiche, alterazioni della coagulazione, malattie cardiologiche, allergie, malattie infettive (epatiti, HIV)

  • essere a digiuno da almeno 3 ore

  • la procedura chirurgica dura da pochi minuti a un'ora a seconda di ciò che si asporta e delle tecniche ricostruttive

  • si consiglia di non fumare, non bere e non praticare sport nei giorni successivi all'intervento


Informazioni Utili

E' necessario fare una prima visita dermatologica al fine di una corretta diagnosi e per ricevere le necessarie informazioni sulla procedura chirurgica.

Può essere utile una second opinion in tempi brevi quando la neoformazione da asportare è grave e/o rara o particolarmente voluminosa.


Dott. Giovanni Biondo

Specialista in Dermatologia e Venereologia

Master di II livello in Chirurgia Plastica


Milano, Via Meravigli 16 , 20123

Telefono: +39 02 3668 5103

WhatsApp: +39 329 7347765

Email: dott.giovannibiondo@gmail.com

16 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti